Trame

"Dell'insensato gioco di scrivere" o del suo male

Antologia Poetica

Collana Poetica

COLLANA DI PERLE 3 RUBINOCollana Poetica Rubino 3   Edita 2011 “Antologia Rubino”

*
Nota critica di Vera Somerova

Ecco il mio segreto. È molto semplice: non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi”.

(Da “Il piccolo principe” di Antoine de Saint-Exupéry)

Tiziana Tius è nata a Merano (Bz) ed abita sul Lago di Garda con la sua famiglia. Si affaccia alla scrittura da ragazzina, la coltiva con tenacia, sperimenta, cesella, affina sempre di più il dono che la musa ispiratrice ha voluto darle.
L’andare poetico di Tiziana è fatto di metafisiche apparizioni, tuffi nei territori di una mente messa a nudo lucidamente e senza rimpianti. Il passato si fa ricordo, non sempre felice:

…”lontana dalle paludi
in attesa che il vento
ripulisca il putrido ricordo
che infierisce ancora”…

Ma la vita è presente, pulsa nelle vene con i ritmi del quotidiano, ed è imperativo considerare ogni istante del nostro tempo come un’occasione d’arricchimento e di crescita per non perdersi, per non “deformarsi”:
Mi deformo mentre cerco di capire
il profondo senso della vita
Mi deformo in ramificazioni nodulose
avvolgendomi in serpeggianti pensieri”…

Tiziana Tius è una poetessa complessa e sofisticata, dotata di una facilità verbale straordinaria. Libera nello spirito e nel linguaggio, trasporta il lettore in un luogo tutto particolare, in una realtà inaspettata e coinvolgente dove si respira un singolare candore unito all’ordine perfetto e perfezionista del linguaggio.
I componimenti qui presenti sono brevi, addirittura brevissimi. Trovano il loro fondamento in eventi disparati, apparentemente comuni e forse banali ma capaci di trasformarsi dalla penna poetica in abbacinanti gemme letterarie.
L’essenziale è invisibile agli occhi”… Le poesie di Tiziana Tius lo sanno benissimo: infatti, privilegiano la lettura con il cuore.
*

Testi

Involo al tocco
delle tue dita
sui miei confini
astratti

*

Come pendolo oscilla
l’umanità incostante

*
Mi deformo mentre cerco di capire
il profondo senso della vita
Mi deformo in ramificazioni nodulose
avvolgendomi in serpeggianti pensieri
Mi deformo contorcendo i muscoli
come crisalide in mutazione
Mi deformo dentro una goccia di ingiustizia
avvertendo il peso, tutto, del reietto
Mi deformo dentro questa carcassa
nella decomposizione degli organi
Mi deformo avviluppata ai rovi
dell’esile conoscenza
*

E' gradito un vostro commento, grazie!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: